martedì 12 giugno 2012

Chi sono i #pisanidoc? Parte 1: quelli veri veramente!

Qualche giorno fa mi contatta Francesca Turchi su twitter e mi chiede la mail per spiegarmi un progetto sui #pisanidoc... Lì per lì penso si tratti di farmi scrivere di qualcuno. Poi scopro che è un progetto legato al Pisa Blog Tour e che io sono compresa nei #pisanidoc.

Questa notizia, oltre a stupirmi, mi fa tornare alla mente tutte le elucubrazioni fatte quando ho aperto il blog. E quindi decido di immergermi (e immergervi) nell'interessante, ricco e variegato calderone del concetto di pisano doc.

Temo che avrò bisogno di molte parole e parecchio aiuto. E alla fine del percorso spero anche di capire se ci sono davvero anche io.


La prima cosa che mi viene in mente pensando "pisano doc" sono una serie di personalità. Concrete e reali. Eccole, in ordine di apparizione nella mente. 


1) Il tizio della ruota della festa dell'unità

Non so se ce l'avete presente, è quel signore un po' abbondante che gestisce la ruota delle città alla festa dell'unità (o gestiva, da quando non la fanno più all'expo la frequento un po' meno assiduamente...).
Quello che ti tentava con prosciutti, spalle, olio di vello bono, vino di Cenaia... E, al momento di massima suspance del giro della ruota se ne usciva con lo splendido:
 e la rota gira... gira... tcl tcl tcl 
(che poi sarebbe quel tipico suono della lingua che sbatte sul palato che come lo fa lui, nessuno...).

2) Stelio

Il padrone dell'Osteria di Piazza Dante. Così "doc" che l'altro giorno l'hanno citato anche sul Tirreno perché ha festeggiato i 60 anni di matrimonio con la moglie.
Non so se siete mai andati a mangiare là, vi consiglio di provare: si spende poco e si impara molto.

3) Romeo Anconetani

Che pisano 'un era, perché era nato a Trieste, ma che nel cuore di tutti resterà sempre il Presidentissimo. Tanto amato che ha pure scalzato il Garibaldi dal nome dello stadio cittadino.
Per altro, tenete a mente il nome... A breve succulente chiacchiere su altri pisani famosi in Italia ;)

4) Filippo Bellissima

Che anche lui pisano non è, mi pare sia livornese. Ma le sue dichiarazioni contro il papa, il presidente della repubblica e altre personalità della politica, stronze, doppie stronze o anche triple, a seconda del momento, rimarranno nel cuore di tutti gli studenti di Pisa.
Ultimamente è un po' meno presente, ma ogni tanto torna, speriamo stia bene.


Questi sono i primi che mi sono venuti in mente, ma non dobbiamo dimenticarci anche quelli un po' più intellettualmente di rilievo. Mi limito solo a quelli contemporanei, alcuni mirabilmente descritti nei Diari Pisani di un'altra, secondo me, pisana doc, Teresa Soldani.


6) Gipi

Fumettista, regista, chiacchierone di cose intelligenti e argute. Nella prossima puntata sarà abbondantemente derubato (ops, citato) per le sue lucidissime osservazioni sui pisani.

7) Tuono Pettinato 

Fumettista e "karateca della cultura", persona attenta e intelligente. Non capisco niente di fumetti, ma a occhio mi garba (e anche ai miei amici più esperti).

8) Marco Malvaldi

Il più famoso al momento. Colui che ha reso Nonno Ampelio (lui sì, pisano doc, davvero) un personaggio della letteratua mondiale, al pari, non so, di Madame Bovary!



Insomma, questi sono per me i #pisanidoc per eccellenza. Nella prossima puntata mi concentrerò sulle entità astratte e sui gruppi.
Intanto, consigliatemi qualche altro nome che mi è sfuggito (e non vi offendete se non vi ho citato ;) )

13 commenti:

  1. Il primo che mi viene in mente e' Aldo Paradossi! C'e' chi lo avuto come professore alle Carducci...ma chiaramente tutti lo hanno almeno sentito una volta commentare il gioco del ponte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho avuto il paradossi prof! E se ne poteva anhe fare a meno, ma temo sia effettivvamente uno dei pisani più rappresentativi di sempre... anche se in peggio :(

      Elimina
  2. e cosa dire della maga gina?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma qualche video della maga gina dove si puo trovare ???? :))

      Elimina
    2. Ho cercato un po' su youtube e niente... Bisogna fare un appello! Lo divulgo tra fb e twitter, ma aiutatemi così si contatta più gente!

      Elimina
  3. Confesso che la maga gina mi sfugge...

    RispondiElimina
  4. Il Gallaccio di Riglione ...... e la donnina del mercato di Piazza delle Vettovaglie che non c'è più ma tutti la ricordiamo seduta sulla sua seggiola davanti la bancarella !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boia, hai ragione! La signora mi pare si chiamasse "La Berta", la mi' mamma mi ci comprava le fruit e tinta unita!

      Elimina
    2. a casa mia la chiamavamo "crocchia" per via dello chignon!

      Elimina
  5. IL GALLACCIOOOO!!! (e di conseguenza i Gatti Mezzi!) comunque la maga Gina era una maga in tv (granducato mi pare) che quando prediva il futuro generalmente chiedeva come e quanto andavi di corpo :-) la mi' nonna la guardava sempre per farsi 2 risate

    RispondiElimina
  6. Ele, che dire di Pino Masi? e degli storici tifosi del Pisa come Enea!!!
    e poi gli storici combattenti del gioco del ponte (come si chiama quello che ha il banco in piazza delle vettovaglie????)

    RispondiElimina
  7. Il tizio della ruota della festa dell'unità l'ho sempre sentito chiamare Minello... chissà se è il vero nome o è una storpiatura legata a Mina o a Liza ;)

    RispondiElimina