domenica 28 settembre 2014

Pisani di m***a

Parcheggi: un genio tira l'altro.
Cafoni, prepotenti e hanno sempre ragione loro. 
Sì lo so che son pisanissima anch'io e anche abbastanza prepotente. Ma in questo caso i "pisani di merda" sono quelli che portano la macchina come i napoletani, ma pretendono di aver ragione (e alcuni credono davvero di averla) e ti maltrattano.

Non so se si nota che questo è un post scritto di getto, sull'onda del l'incazzatura. Ma provo comunque a spiegarvi la situazione.

È una bellissima domenica mattina di fine settembre, non c'è una nuvola in cielo e mi sveglio relativamente presto e pure riposata. 
Vado a fare colazione alla pasticceria siciliana di via Garibaldi e trovo pure posto al tavolino!


giovedì 3 luglio 2014

Ecosistemi da proteggere o finanziare? Degli scout a San Rossore

Qualche sera fa mi sono fermata a Marina di Vecchiano per un frittino. Andando via il cameriere ci ha detto che tra le frasche dietro il ristorante c'erano i cinghiali. Siamo corsi a vedere lo spettacolo affascinante di tre cuccioletti bellissimi e scorrazzanti insieme alla loro madre guardinga e gigantesca e siamo rimasti pochissimo per non stizzirla ulteriormente.
Seppur breve, l’incontro è bastato a farmi pensare alla fortuna che abbiamo noi pisani a vivere così vicino a un parco naturale.

Ed è anche il momento in cui mi è venuto in mente che non ho scritto niente sulla questione degli scout a San Rossore (lasciamo stare che sono 4 mesi che non scrivo niente: prima o poi vi dirò perché).

martedì 25 febbraio 2014

Memory Sharing: una storia raccolta

Sarà che sono laureata in storia e che la amo in tutti i suoi aspetti, ma trovo l'idea di salvare e condividere il patrimonio memoriale di un'intera comunità un'iniziativa non solo importante, ma anche affascinante.


sabato 15 febbraio 2014

Con il fiato sospeso... Si affoga!

Ci siamo subiti 2 Allarmi Alluvione in 10 giorni. Sta piovendo tanto, ovunque, e l'Arno, povero, ingrossa. Poco da dire, tutto naturale. Sono state messe le paratie (e lasciate dal 31 gennaio) e si sono rincorse notizie, voci, chiacchiere e paragoni con altri allarmi alluvione dei tempi passati.

È sempre così e così sarà sempre... Perché i fenomeni naturali di questa portata sono poco controllabili* e parlarci sopra è un buon modo per far passare la paura.

Io mi ricordo bene l'acqua alta del 2000 e sinceramente ho l'impressione che questi ultimi due allarmi abbiano risentito delle tragedie degli ultimi anni che hanno fatto sì che siano cambiati i parametri di valutazione e di avvertenza alla cittadinanza. Ovvero: il rischio era forse minore, ma l'allerta è scattata prima e (forse) meglio.

Comunque in questo post non voglio assolutamente mettermi a disquisire sulle azioni del Comune e della Protezione Civile che immagino abbiano fatto del loro meglio.
Voglio invece parlare di comunicazione.

venerdì 3 gennaio 2014

Sostieni PaginaQ: chiedi alla Befana la Buona Informazione!

Tempo fa sono stata all'aperitivo per la presentazione del progetto paginaQ e sono rimasta folgorata. Non solo dalla libreria Ubik, che non conoscevo e che ha finito per affiancare Fogola nel mio Natale last-minute, ma dal progetto in sé.